Tè al Formaggio, il nuovo esperimento che spopola sul web.

Ogni mese la Fusion Cooking trova un nuovo argomento con il quale spopolare sul Web.
Il popolo british non farà salti di gioia, ma è arrivato il momento di parlare della nuova moda del Tè al Formaggio, per poi provarla di persona e poter giudicare.

Stiamo parlando di una nuova bevanda che sta conquistando gli Stati Uniti, ma che ha spopolato prima in Asia, essendo nata a Taiwan nel 2010.
Tutto ha avuto inizio dalla constatazione di come i due gusti stessero molto bene insieme, e fin qui niente di particolarmente strano. Successivamente però nella città ha fatto la sua prima apparizione una bevanda al tè che presentasse un topping al formaggio. Non è semplice da immaginare, eppure in breve tempo ha avuto un grande successo soprattutto a Singapore, in Cina, per poi arrivare sino alla Malesia. Ma non finisce qui: la bevanda, diventata uno dei drink preferiti da postare sui social network, ha fatto il giro del mondo, sbarcando pure sulle coste occidentali, a Los Angeles e a New York, con il nome di “Cheese Tea”.

Per la preparazione di questo mix, si utilizzano varietà particolari di tè, come il matcha, quello nero, oppure l’oolong. Per quanto riguarda il formaggio, esso può essere utilizzato in vari modi. Nelle zone orientali è uso comune preferire il formaggio in polvere, mentre gli americani prediligono quelli a pasta dura, giocando in casa con il cheddar. I due ingredienti base vanno quindi mescolati insieme fino a quando la consistenza non assomiglierà a quella della soffice panna montata; esistono due piccole regole per rendere il gusto perfetto ed autentico: aggiungere un pizzico di sale rosa e non correggere mai di zucchero. Questo per evitare che il delicato sapore della bevanda, simile a quello di un milkshake, venga compromesso. Infatti, il gusto salato del formaggio sembra bilanciarsi perfettamente con l’amaro del tè.

La bevanda è arrivata anche in Europa, allo Chateau Dufan, nella zona di Chinatown a Milano. Inoltre, molte sono le testimonianze di persone che lo hanno provato, e tutte alle prese con varianti e correzioni secondo i gusti personali. Chi utilizza un tè più classico come Earl Grey, chi sceglie formaggi a pasta dura e chi addirittura freschi, come la ricotta. C’è anche chi, contro tutte le regole della ricetta originale, utilizza una guarnizione di biscotti sbriciolati, per dare un sapore più dolce e croccante.

Da qualsiasi punto la si voglia vedere, si tratta di un mix originale, da provare anche con il Montasio Dop privo di lattosio!