MINESTRA AL MONTASIO

Soffriggere nel burro la cipolla tritata a cui aggiungerete poco alla volta la farina che rosolerete per 5 minuti. Bagnare con il latte ed il brodo e portare a ebollizione. Unite il Montasio grattugiato, il vino bianco secco, il sale, il pepe, la noce moscata, il limone e l’aglio tritato fine. Cucinare il tutto per altri 10 minuti. Passare al setaccio e servire con un po’ di pane nero tagliato a dadini e saltato al burro.

FAGOTTINO D’AUTUNNO

Sciogliere il Montasio a bagnomaria con la panna, lasciar poi raffreddare, quindi lessare le castagne nel latte. Incorporare nel formaggio fuso le castagne passate al setaccio e correggere di sale di pepe. Arricchire l’impasto con 2 rossi d’uovo. Tirare finemente la pasta sfoglia, tagliare i quadrettoni e mettere al centro un cucchiaio di impasto, quindi richiudere il fagottino a mo’ di cappello da prete e dopo averlo spennellato con uovo sbattuto, infornare per 5 minuti a 180°. Servire su una crema morbida di zucca

 

FRICO CON LE PERE

In una padella antiaderente, rosolare la pancetta tagliuzzata, aggiungere poi la cipolla affettata (solo il profumo),  il formaggio, la patata, il tutto tagliato a tocchetti. Quando il Montasio sarà fuso aggiungere le pere pelate e tagliuzzate, mescolare il tutto a fuoco moderato ottenere come una frittata rosolata da ambo le parti. Servire tagliato a spicchi sopra la rucola.

SFORMATINI DI CAVOLFIORI CON SALSA DI MONTASIO E SPECK D’OCA

Frullare i cavolfiori con il Montasio, la crema di latte, le uova e salare quanto basta. Imburrare gli stampini, versare il composto e cuocere in forno a bagnomaria 180° per mezz’ora, coprire gli stampini con la carta stagnola e cuocere per un’altra mezz’ora.

Per preparare la salsa al Montasio sciogliere il burro, aggiungere la farina, aggiungere il latte caldo e per ultimo il Montasio fresco a dadini. Togliere dal forno gli sformati e adagiarli su un piatto caldo, guarnire con la salsa al Montasio e le fettine di speck d’oca affumicato. Servire ben caldo.

FILETTI DI SOGLIOLA AL MONTASIO E NOCI

Sfilettare le sogliole, far bollire le lische delle sogliole e passare il tutto su un’altra pentola. Far sciogliere il burro, quindi unire la farina ed il sugo passato, far bollire il tutto,  togliere dal fuoco e unire il Montasio tagliato a piccoli dadini, lasciare che il Montasio si sciolga quindi unire il rosso d’uovo,  la panna ed aggiungere di sale. Passare i filetti in un po’ di farina e cuocerli in una padella antiaderente con un po’ di burro. Servire con la salsa allargata bene nel piatto, decorare con foglioline di prezzemolo al centro ed un po’ di pomodoro a dadini,  con le sogliole intorno. Servire con l’aggiunta delle noci e del Montasio a dadini rimasto.

FILETTI DI VITELLO CON MONTASIO E OLIVE NERE

Riscaldare in una padella l’olio d’oliva e far dorare i medaglioni di vitello, salarli e peparli. Una volta dorati da entrambe le parti, aggiungere sopra i medaglioni dei mucchietti di olive nere con l’accortezza di tenere alcune da parte per la guarnizione finale del piatto. Disporre poi le fettine di Montasio sopra le olive. Versare nella pentola il Marsala, coprire la pentola con coperchio per un paio di minuti per far si che il Montasio nel frattempo si sciolga. Togliere i medaglioni, metterli nel piatto, guarnire con le olive conservate e con il fondo di cottura e servire.

RISOTTO DI PORRO E MONTASIO

Affettare finemente i porri, metterli in una casseruola e farli appassire con un po’ di burro e con un goccio d’olio. Versare il riso nella casseruola, farlo tostare, bagnarlo con il vino bianco, farlo evaporare e portarlo a cottura aggiungendo lentamente il brodo e mescolare. Una volta a cottura, togliere dal fuoco, aggiungere il Montasio, sia quello fresco che quello stagionato, aggiungere il burro e mescolare in modo che diventi cremoso e il Montasio fresco sciolto si amalgami con riso.

MORBIDELLE (O GNOCCHI) DI RICOTTA CON FONDUTA AL MONTASIO

Versare tutti gli ingredienti in una terrina o un recipiente di vetro e impastare. Nel frattempo portare a bollitura del brodo leggero di pollo. Preparare le morbidelle con 2 cucchiai, con successivi movimenti dei cucchiai uno nell’altro in modo da far assumere all’impasto la forma “à chenél”, di uno gnocco allungato. Mano a mano che prendono forma versare le morbidelle  nel brodo e cuocere per 6/8 minuti. Disporre nel piatto a raggiera 5/6 morbidelle per porzione. Versare sopra la salsa Montasio con discrezione, quindi servire.

GNOCCHI DI PATATE AL MONTASIO SU FOGLIA DI FRICO

Bollire, sbucciare, passare nello schiacciapatate e lasciare raffreddare le patate, aggiungere le uova, insaporire con sale ed impastare con la farina versata a pioggia finché il composto diventerà omogeneo. Ricavare dei filoncini grossi un dito e tagliarli a pezzetti lunghi 1 cm. Mettere a bollire l’acqua per cuocere gli gnocchi e nel frattempo preparare la salsa di formaggio Montasio ed il Frico. Con il latte, la farina e il burro preparare la besciamella profumata con la noce moscata. Passare a bagnomaria ed incorporare il Montasio, mescolando il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Per il Frico: scaldare una padellina antiaderente ed aggiungere una manciata di Montasio grattugiato. Farlo aderire su tutta la superficie e rovesciarlo in modo che il superfluo cada,  lasciare che prenda colore e con una spatola girarlo per cuocerlo da ambo i lati. Si otterrà una sorta di sfoglia che si adagerà all’interno di una coppetta in modo da farle assumere la forma della corolla di un fiore. Cuocere gli gnocchi in acqua bollente, saltarli in una padella con la salsa di Montasio e servirli ben caldi sulla foglia di Frico.

TORTINO DI MONTASIO E PERA

Tirare la pasta sfoglia,  ricavare quattro tortini del diametro di circa 10 cm. Cuocerli al forno a 180° fino a quando saranno lievitati e avranno acquisito un colore dorato. Nel frattempo in un pentolino far bollire la panna e sciogliervi il formaggio Montasio, lasciar andare a fuoco lento fino a quando si è formata una crema omogenea.  Riempire il tortino con una cucchiaiata di salsa di Montasio, tagliare le pere in senso orizzontale e ricoprire il tortino. Rimetterlo in forno fino a quando le pere assumeranno un colore dorato. In un piatto versare un mestolino di salsa di Montasio rimasta, adagiarvi il tortino guarnendolo con una spruzzatina di prezzemolo tritato.